Imparare la tromba – 4 esercizi di tecnica per avvicinarsi all’obiettivo!

Imparare la tromba non è così difficile ed è molto divertente. Inoltre, è possibile suonare tanti bei pezzi di musica pop, jazz e classica, poiché lo strumento è estremamente versatile. Siamo qui per aiutarvi e consigliarvi in tutte le fasi. Andiamo!

Postura nel suonare la tromba

Se si vuole essere in grado di giocare in modo rilassato per molto tempo, è necessario stabilire alcune abitudini di base fin dall’inizio. In primo luogo, è necessario adottare una postura rilassata ma dritta. Le gambe sono alla larghezza delle spalle, la schiena è dritta, le spalle sono rilassate e anche il collo è dritto. Sollevate le braccia con un angolo di circa 45° (sotto le ascelle) in modo che la tromba sia rivolta verso di voi quasi orizzontalmente. L’angolo tra il braccio superiore e quello inferiore è di circa 90°. Un buon indicatore per capire se si sta impugnando correttamente la tromba è la posizione del collo: Non deve essere né piegato in avanti né arcuato all’indietro.

Diteggiatura della tromba

Imparare la tromba: la corretta diteggiatura è uno dei primi passi da compiere
Imparare la tromba: la corretta diteggiatura è uno dei primi passi da compiere

Tenere lo strumento con la mano sinistra in posizione rilassata. I ganci delle dita direttamente davanti e dietro le valvole sono tenuti dal pollice e dal medio, che si trovano nell’anello. È possibile inserire il dito indice tra le valvole.

Le valvole vengono premute con la mano destra – partendo dalla prima valvola con l’indice fino alla terza valvola, che viene azionata dall’anulare. Il mignolo si appoggia al gancio superiore dietro le valvole. Se lo strumento ha una quarta valvola, come la tromba ottavino, questa viene ovviamente premuta dal mignolo.

Imparare a suonare la tromba da soli è facile: diventate professionisti con 4 trucchi

Per tutti coloro che vogliono imparare a suonare la tromba a casa e non sanno come ottenere un suono pulito da questo grande strumento, ci sono alcuni consigli per i principianti che possono essere utilizzati per influenzare la respirazione, la tecnica di soffiaggio nello strumento stesso e il controllo del tono. Se si interiorizzano queste tecniche e ci si esercita diligentemente, a lungo andare si avrà un grande successo nel suonare la tromba.

1. esercitarsi nella respirazione per suonare la tromba

Chiunque voglia imparare e padroneggiare la tromba ha bisogno di un grande volume polmonare per creare il flusso d’aria costante che la produzione di toni nello strumento richiede all’esecutore. Prima di suonare, è utile far respirare un po’ i muscoli. Ad esempio, si può fare un respiro profondo e poi rilasciare molto lentamente un flusso d’aria piccolo ma costante. Cercate di mantenere il ritmo il più a lungo possibile e allenatevi a rilasciare l’aria un po’ più a lungo ogni giorno. Utilizzate questo dato come guida per capire quanto a lungo riuscite a trattenere il respiro. Dovreste anche essere in grado di rilasciare l’aria con un “Fff” mentre lo tenete in mano.

Un altro esercizio si concentra maggiormente sulla forza del sostegno. Il respiro è controllato dal diaframma, che si trova appena sotto il petto. Ora immaginate di voler spegnere una candela. Inspirare ed espellere l’aria con grande pressione. Fate attenzione a non gonfiare le guance, ma generate la pressione solo attraverso i muscoli del diaframma. Esercitatevi a fare la stessa cosa pronunciando la “T” mentre soffiate.

2. Esercitarsi nel ronzio della tromba

Prima di provare l’embouchure sulla tromba, è utile esercitarsi con il ronzio. Si riferisce alla vibrazione delle labbra necessaria per ottenere un suono dallo strumento. Il fenomeno si manifesta su scala più ampia quando le labbra sono chiuse e l’espirazione avviene attraverso la bocca, producendo un suono simile a quello di un cavallo che sbuffa. Quando lo fate, le labbra vibrano e si aprono e chiudono rapidamente una dopo l’altra per dare spazio alla pressione dell’aria.

Questo è l’effetto che cerchiamo quando impariamo a suonare la tromba, solo che deve essere molto più controllato e più piccolo per funzionare sul bocchino a tazza. Vogliamo quindi far vibrare solo la parte rossa delle labbra e a questo scopo dobbiamo costruire e rafforzare i muscoli delle labbra.

Il modo migliore per esercitarsi a canticchiare è quello di unire le labbra, premere la lingua contro gli incisivi inferiori da dietro e poi far passare l’aria. Tenete presente che l’intera area della bocca rimane tesa. La vibrazione avviene ora solo nella parte centrale delle labbra. All’inizio dovrete esercitarvi un po’ di volte prima che le labbra inizino effettivamente a vibrare. Se non riuscite a far uscire l’aria, provate ad allentare un po’ la bocca, perché molti trombettisti in erba sono tesi all’inizio. Più spesso si esegue questo esercizio a secco, più si noterà che si può giocare con la pressione dell’aria e che – anche senza bocchino o tromba – si può cambiare il suono del flusso d’aria.

3. l’imboccatura della tromba

La prima cosa da fare è trovare la giusta posizione sul bocchino. Toglietelo dallo strumento e appoggiatelo sulle labbra leggermente chiuse. Deve essere posizionato esattamente al centro della bocca. Fare attenzione a non mettere le labbra sopra il bocchino, ma posizionarlo in modo che i bordi del bocchino siano a filo con l’area più chiara intorno alle labbra. Il rosso delle labbra è necessario nella ciotola per creare la vibrazione.

Ora si può provare a far ronzare il bocchino. Se ora si varia la pressione dell’aria attraverso la posizione della lingua, si noterà già che si possono sviluppare toni diversi. La lingua è fondamentale per poter regolare correttamente i toni. Più lo si alza a pressione d’aria costante, più le note saranno alte. Questo perché l’aria deve passare attraverso una fessura più piccola e quindi entra con una pressione maggiore. Se volete essere in grado di suonare in modo pulito e alto, dovete imparare e perfezionare questa tecnica, ma ciò di cui avete bisogno è soprattutto la pratica quotidiana. Quindi non scoraggiatevi se all’inizio non funziona perfettamente.

4. Qual è il significato del soffio della lingua sulla tromba?

Nel suonare la tromba, la spinta della lingua è la tecnica che si è già appresa intuitivamente durante l’embouchure. Si tratta di “spingere” o controllare minimamente l’aria con la punta della lingua. In questo modo, le singole note possono essere ben distinte l’una dall’altra.

Tuttavia, “spingere” non è forse il termine giusto per descrivere ciò che accade in realtà, perché in realtà si trattiene l’aria con la lingua fino a quando non si è creata la giusta pressione dell’aria, per poi lasciare che la lingua scatti indietro con un movimento molto piccolo e rilasciare l’aria. Tuttavia, il termine “spinta della lingua” si è affermato e l’immagine aiuta certamente a capire, quando si impara a suonare la tromba, che l’aria deve essere messa in movimento per ottenere le note dalla tromba.

Suonare le prime note della tromba

A differenza degli strumenti a fiato, le cui diverse tonalità sono regolate più che altro dai fori di emissione, l’apprendimento della tromba dipende principalmente dalla tecnica di soffiatura. Tuttavia, la maggior parte delle note è ovviamente legata alla pressione di una o più valvole. Nelle note per la tromba, quindi, le valvole che devono essere premute sono sempre scritte all’inizio. Uno 0 sopra la nota significa che non è stata premuta alcuna valvola. 1, 2 e 3 corrispondono all’ordine delle valvole sullo strumento visto da voi.

Se è necessario premere più valvole, queste sono elencate una sopra l’altra sopra la nota in questione. Con il tempo si conosceranno a memoria le combinazioni e non si avrà più bisogno di segni ausiliari, ma all’inizio vale la pena avere a portata di mano una tabella di diteggiatura e un lavoro sulle prime nozioni di teoria musicale.

Spartiti gratuiti per la tromba

Come per quasi tutti gli strumenti, ci sono molti posti online dove trovare spartiti gratuiti di brani comuni. Ad esempio, la raccolta di brani per tromba della pagina Pinterest Notendownload è adatta sia ai principianti che ai trombettisti più esperti. Su YouTube, i canali Play-Along for Trumpet e anvesir offrono anche ampi brani di esercitazione con accompagnamento al pianoforte. Se cercate spartiti specifici per imparare a suonare la tromba o avete bisogno di spartiti completi, il posto migliore in cui cercare sono i seguenti negozi online specializzati in materiale didattico:

Imparare la tromba online

Imparare la tromba: le offerte online sono una buona alternativa
Imparare la tromba: le offerte online sono una buona alternativa

Un’alternativa è cercare un insegnante privato che offra anche lezioni online, come Davide. Questo è pratico in quanto l’insegnante può adattare le lezioni in modo specifico al vostro livello di conoscenza e, se gli ausili tecnici (una buona telecamera e un microfono) sono a portata di mano, può anche migliorarvi in modo più mirato e ricordarvi direttamente le piccole cose di cui non vi accorgete. Imparare la tromba con un feedback diretto può essere molto divertente e molto efficace.

FAQ: Imparare la tromba non è difficile!

Imparare a suonare la tromba non è certamente accessibile in modo intuitivo come imparare a suonare altri strumenti a fiato che sono regolati interamente da fori tonali o chiavi. La difficoltà sta nel fatto che l’orecchio deve essere allenato in misura maggiore affinché le note arrivino in modo pulito. Un’altra caratteristica particolare è che le labbra vengono utilizzate in modo più diretto rispetto a uno strumento a fiato, ad esempio. Tuttavia, anche i bambini in età scolare possono trovare rapidamente un approccio allo strumento, motivo per cui il livello di difficoltà non è superiore a quello di altri strumenti.

È possibile imparare la tromba in corsi per fiati, con un insegnante privato in loco o online. Esiste una scuola online per i principianti e anche alcuni insegnanti che danno lezioni online. Il modo migliore per imparare dipende da voi. Se siete autodidatti, dovete ovviamente avere un alto grado di disciplina per continuare a lavorare. Perché la regolarità è l’elemento fondamentale per l’apprendimento di uno strumento.

Di solito bastano pochi mesi per capire lo strumento, ricavarne i suoni e suonare le prime canzoncine. Dopo un anno, dovreste già avere una buona padronanza di alcune cose. Tuttavia, per diventare un musicista veramente virtuoso, bisogna aspettare 5-10 anni. L’apprendimento e la pratica non si fermano mai e sono molte le aree musicali che possono essere acquisite.